Microfosfatazione Zinco Calcio


Descrizione del processo

La Microfosfatazione è un processo di conversione chimica superficiale, a base di fosfati di zinco e di calcio, utilizzato prevalentemente su materiali ferrosi a scopi protettivi o funzionali.

Durante la reazione di conversione si verifica una dissoluzione del materiale base (Fe) che contribuisce alla formazione dello strato fosfatico.

Lo stato superficiale del metallo base influenza quindi la struttura cristallina del rivestimento e l’aspetto finale. Il Trattamento di microfosfatazione viene applicato su bulloni, dadi, molle, rondelle, raccordi, prigionieri e minuteria in genere.


Caratteristiche del rivestimento

Il rivestimento è costituito da un fitto strato di microcristalli, fortemente aderenti al supporto.

Lo spessore indicativamente è compreso tra 1 e 3 µm (corrispondenti a 3 – 5 g/m2).

Costituisce un’ottima base per l’ancoraggio di rivestimenti organici (vernici, materiale plastico).

A causa della struttura porosa il solo rivestimento fosfatico è dotato di ridotte caratteristiche protettive.

Per aumentare l’efficacia protettiva lo strato fosfatico viene impregnato con olii emulsionati o interi.


Resistenza alla corrosione

In funzione del tipo di protettivo impiegato.


Norme di riferimento

DBL9440.40(VDA235-102) – FIAT 9.57408 – GME 00253-Y2 – UNI 3740/6 – VWTL240 b110


Applicazioni

bulloneria, viteria, raccordi, dadi, molle, minuteria varia per i settori: automotive, pneumatico, elettrico, elettromeccanico, armi e munizioni.


t

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi